RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Helicobacter più familiarità per tumore gastrico"

Mio padre aveva un fastidio allo stomaco persistente. È andato a fare una gastroscopia e gli hanno trovato un tumore. Gli è stato asportato tutto lo stomaco e ora sta bene. Mi sento un po’ in ansia se penso che anch’io potrei ammalarmi un giorno di questo tumore per familiarità, oppure io ho lo stesso rischio di qualsiasi altra persona? Ho anche l’Helicobacter pylori e lo sto curando. Vorrei sapere che danni può portarmi questa infezione, di cosa si tratta e se dopo averlo curato potrebbe ritornare.

La familiarità per neoplasia gastrica è un fattore di rischio, infatti chi ha un parente di primo grado affetto da tale neoplasia presenta un rischio maggiore di 2-3 volte di sviluppare lo stesso rispetto alla popolazione generale. In tal caso è indicata una sorveglianza endoscopica stretta, appunto per prevenire l’insorgenza di neoplasia gastrica. Altro fattore di rischio è l’infezione da Helicobacter pylori, batterio causa di gastrite, ulcere ed evoluzione in neoplasia gastrica. Necessita quindi di terapia specifica e rivalutazione dopo la terapia antibiotica per confermare la corretta eradicazione dato che possono esserci ceppi resistenti. È anche segnalata la reinfezione, quindi occorre, se sintomatico, la nuova ricerca e, in questi casi, una nuova terapia antibiotica.


Ha risposto Mazzocchi Samanta

Samanta mazzocchi

Samanta Mazzocchi

Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva

Laureata in Medicina e Chirurgia nel 2002 presso l’Università degli Studi di Pavia. Ha conseguito nel 2008 il diploma di Specializzazione in "Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva". Dal 2013 è dirigente medico presso l’Azienda Ospedaliere di Piacenza all’Ospedale di Castel San Giovanni e, in qualità di Medico Gastroenterologo, si occupa dell’ambulatorio di gastroenterologia e di endoscopia digestiva.

CHIEDI ALL'ESPERTO
Registrati ACCEDI

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al Tuo medico o al Tuo farmacista, oppure direttamente alla Tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Attenzione: Il servizio "Chiedi all'esperto" sarà sospeso dal 1 Agosto 2017 fino al 31 Agosto 2017.
I quesiti inviati durante questo periodo potranno essere inoltrati ai nostri consulenti dopo la pausa estiva.

Torna su