Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Gastrite senza dolore ma con nausea e mal di testa"

Sono un ragazzo di 25 
anni. Da circa un mese e mezzo soffro di una violenta nausea 
accompagnata da inappetenza e mal di testa alla digestione; ho provato 
il domperidone, poi mi è stato prescritto il rabeprazolo, ma niente è 
stato un susseguirsi di alti e bassi, poi ho fatto con il breath test 
con positività all'Helicobacter pilori, quindi 
insieme al rabeprazolo mi hanno prescritto claritomicina mattino e 
sera e metronidazolo mattino e sera, ma il terzo stavo malissimo mi è venuta 
una nausea tremenda; da quel momento mi fa male l'addome alto parte 
destra e un dolore retrosternale con fitte casuali durante l'arco della 
giornata; è possibile avere questi sintomi e avere una gastrite senza 
mal di stomaco o bruciore?

Sicuramente indagini più approfondite aiuteranno nella diagnosi e nel distinguere i sintomi. Tuttavia il dolore retrosternale è tipico di infiammazione a livello dell’esofago, di irritazione da reflusso gastroesofageo; mentre il dolore ai quadranti superiori dell’addome, anche se vago come localizzazione, si associano a disturbi di tipo gastrico soprattutto se in relazione a recente e non sicuramente debellata infezione da Helicobacter pylori.


Ha risposto Mazzocchi Samanta

Samanta mazzocchi

Samanta Mazzocchi

Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva

Laureata in Medicina e Chirurgia nel 2002 presso l’Università degli Studi di Pavia. Ha conseguito nel 2008 il diploma di Specializzazione in "Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva". Dal 2013 è dirigente medico presso l’Azienda Ospedaliere di Piacenza all’Ospedale di Castel San Giovanni e, in qualità di Medico Gastroenterologo, si occupa dell’ambulatorio di gastroenterologia e di endoscopia digestiva.

CHIEDI ALL'ESPERTO

Per poter scrivere ai nostri esperti devi essere un utente registrato.
Se non hai ancora effettuato la registrazione

Registrati


Se sei un utente già registrato effettua il login inserendo indirizzo e-mail e password

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al tuo medico o al tuo farmacista, oppure direttamente alla tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Torna su