Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Fumo passivo, catarro e alito cattivo"

Sono un ragazzo di 23 anni e premetto che da piccolo ho sofferto di asma; ero allergico alla polvere di casa e non ho mai, mai, fumato in vita mia. Da quando mi sono fidanzato ho sempre la gola "impastata" di catarro soprattutto la mattina e all'inizio ciò era accompagnato da tosse. Può essere dovuto al fatto che la mia ragazza fuma, e fuma moltissimo? Ho pensato che potrebbe essere questo perché il fumo mi da fastidio e quando espello il catarro, di colore tendente al giallo/marrone, in bocca sento il sapore del fumo e, in più, ho l'alito cattivo.

I sintomi descritti sono quelli tipici di una bronchite acuta, caratteristica dei pazienti fumatori. La causa potrebbe essere senza dubbio il fumo passivo, con anche una superinfezione batterica. Pertanto è consigliabile, visto il dato anamnestico (asmatico), stare assolutamente lontano dal fumo di sigaretta. Inoltre sarebbe bene recarsi da un medico per verificare se sia opportuno fare una terapia antibiotica.


Ha risposto Tursi Francesco

Tursi

Francesco Tursi

Pneumologo

Dal 2005 è Dirigente medico presso l’UO di Pneumologia dell’Ospedale Maggiore di Lodi. È dal 2002 Segretario dell’Associazione Italiana per lo Studio della Tosse (A.I.S.T.) e dal 2009 Presidente dell’ALOR onlus (associazione lodigiana di ossigenoterapia riabilitativa).

Gentile utente, a causa di adeguamenti tecnici il servizio "Chiedi all'esperto" è momentaneamente sospeso.
Torna su