RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Fucus e the verde per perdere peso "

Ho assunto la pillola per circa due anni e il mio peso si aggirava tra i 43 e 44 chili (per 158 cm) Ad agosto 2013 ho deciso di interromperla e da ottobre ho iniziato a soffrire di amenorrea, gonfiori addominali quotidiani e aumento di 5 chili. Ad Aprile ho fatto varie analisi, nessun problema tiroideo, ma alcuni livelli ormonali bassi. La mia endocrinologa mi ha prescritto una puntura di 100 ml di Progesterone in quanto la mia ipofisi era 'bloccata' e da ciò derivava l'assenza di ciclo e l'aumento di peso. Dopo 6 giorni è arrivato un ciclo indotto. È possibile iniziare spontaneamente una cura a base di Salvia officinalis (in tintura madre) essendo ricca di fitoestrogeni per i problemi con il ciclo? Inoltre ho iniziato da qualche giorno la tintura madre di Fucus, per riattivare il metabolismo.

Se capisco bene il suo problema è perdere qualche chilo di peso, in quanto da 43 kg è passata a 49 kg. Il Fucus vesiculosus va bene come stimolante del metabolismo e riattivatore della tiroide. Va usato come estratto secco titolato in iodio totale min. 0,05%, alla dose di 200-300 mg di estratto al mattino al risveglio e 200-300 g di estratto verso le ore 15. Io gli abbinerei il The verde, sempre come estratto titolato in polifenoli totali minimo 20%, alla stessa dose del Fucus. Esso va preso assieme al Fucus. La cura che le ho consigliato andrebbe fatta per almeno due mesi. È ovvio che deve tenere una dieta ipocalorica, bere molta acqua e fare molta attività fisica.


Ha risposto Sannia Antonello

Sannia1

Antonello Sannia

Endocrinologo, docente di Fitoterapia

È docente al corso di perfezionamento in fitoterapia presso le Università di Siena e di Pavia, è membro della SIFIT (Società Italiana di Fitoterapia) e svolge la sua attività libero professionale in alcuni Centri Medici Specialistici in Piemonte.

CHIEDI ALL'ESPERTO
Registrati ACCEDI

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al Tuo medico o al Tuo farmacista, oppure direttamente alla Tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Attenzione: Il servizio "Chiedi all'esperto" sarà sospeso dal 1 Agosto 2017 fino al 31 Agosto 2017.
I quesiti inviati durante questo periodo potranno essere inoltrati ai nostri consulenti dopo la pausa estiva.

Torna su