RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Enterococcus faecalis, trasmissione tramite sesso orale"

Buona sera dottore, mio marito ha contratto il batterio Enterococcus faecalis e da 4 gg è in cura con antibiotici. Anche io ho fatto il tampone per vedere se ce l'ho, ma sto aspettando risposta. Siccome noi abbiamo avuto rapporti orali con eiaculazione: è trasmissibile per questa via? E se e si, quali sono le conseguenze?

L’Enterococcus faecalis è un germe presente a livello intestinale, come dice il nome, ma anche a vari altri livelli, in particolare a livello uro-genitale maschile o femminile (uretra, vagina, vescica) per ovvie ragioni anatomico-funzionali di vicinanza e di scambio. Se, pur presente a livello di vagina o uretra, non da segni di sé non sono necessarie cure particolari. Se dà sintomi (esempio: cistite, oppure disturbi uretrali o vaginali) va curato con antibioticoterapia mirata. Ovviamente se la zona interessata è comunemente utilizzata per rapporti sessuali, esiste una possibilità di scambio del germe, come di tutti i germi presenti in quella sede, con possibili sintomi o disturbi che sono in relazione anche alla quantità di colonie scambiate. Detto in altri termini, se il germe era presente in uretra, un rapporto orale lo trasmette certamente, ma non è detto che non fosse presente nella cavità orale già in precedenza e non è detto che dia disturbi. Nello stomaco il germe viene solitamente disintegrato; tale organo in generale è uno dei più sterili del nostro organismo.


Ha risposto Arisi Emilio

Arisi1

Emilio Arisi

Ginecologo

Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli studi di Parma, si è specializzato in Ostetricia e Ginecologia nella stessa Università. Dal 1993 al 2010 è stato Direttore della U.O. di Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale Regionale “S. Chiara” di Trento dove, dall’inizio del 2002 è stato coordinatore del Dipartimento Materno-Infantile della Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari della Provincia di Trento.

CHIEDI ALL'ESPERTO
Registrati ACCEDI

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al Tuo medico o al Tuo farmacista, oppure direttamente alla Tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Attenzione: Il servizio "Chiedi all'esperto" sarà sospeso dal 1 Agosto 2017 fino al 31 Agosto 2017.
I quesiti inviati durante questo periodo potranno essere inoltrati ai nostri consulenti dopo la pausa estiva.

Torna su