Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Enterococcus faecalis, trasmissione tramite sesso orale"

Buona sera dottore, mio marito ha contratto il batterio Enterococcus faecalis e da 4 gg è in cura con antibiotici. Anche io ho fatto il tampone per vedere se ce l'ho, ma sto aspettando risposta. Siccome noi abbiamo avuto rapporti orali con eiaculazione: è trasmissibile per questa via? E se e si, quali sono le conseguenze?

L’Enterococcus faecalis è un germe presente a livello intestinale, come dice il nome, ma anche a vari altri livelli, in particolare a livello uro-genitale maschile o femminile (uretra, vagina, vescica) per ovvie ragioni anatomico-funzionali di vicinanza e di scambio. Se, pur presente a livello di vagina o uretra, non da segni di sé non sono necessarie cure particolari. Se dà sintomi (esempio: cistite, oppure disturbi uretrali o vaginali) va curato con antibioticoterapia mirata. Ovviamente se la zona interessata è comunemente utilizzata per rapporti sessuali, esiste una possibilità di scambio del germe, come di tutti i germi presenti in quella sede, con possibili sintomi o disturbi che sono in relazione anche alla quantità di colonie scambiate. Detto in altri termini, se il germe era presente in uretra, un rapporto orale lo trasmette certamente, ma non è detto che non fosse presente nella cavità orale già in precedenza e non è detto che dia disturbi. Nello stomaco il germe viene solitamente disintegrato; tale organo in generale è uno dei più sterili del nostro organismo.


Ha risposto Arisi Emilio

Arisi1

Emilio Arisi

Ginecologo

Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli studi di Parma, si è specializzato in Ostetricia e Ginecologia nella stessa Università. Dal 1993 al 2010 è stato Direttore della U.O. di Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale Regionale “S. Chiara” di Trento dove, dall’inizio del 2002 è stato coordinatore del Dipartimento Materno-Infantile della Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari della Provincia di Trento.

CHIEDI ALL'ESPERTO

Per poter scrivere ai nostri esperti devi essere un utente registrato.
Se non hai ancora effettuato la registrazione

Registrati


Se sei un utente già registrato effettua il login inserendo indirizzo e-mail e password

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al tuo medico o al tuo farmacista, oppure direttamente alla tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Torna su