Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Dove si ricava il calcio"

Da quali alimenti è possibile assumere calcio, a parte latte e latticini? In che quantità giornaliere bisognerebbe assumere questi alimenti per avere una buona riserva di calcio per le nostre ossa?

All’interno del nostro corpo è presente circa un chilo di calcio di cui il 99% si trova nelle ossa. Una carenza di questo elemento può provocare danni alle ossa e ai denti, e portare a patologie come l’osteoporosi. Il fabbisogno di calcio varia molto in base all’età dei soggetti, è superiore durante le varie fasi di crescita (1200- 1500 mg al giorno), durante la gravidanza e l’allattamento (1200 mg al giorno). Anche le donne in menopausa necessitano di buone quantità di calcio (1500mg/die), soprattutto se non hanno seguito una terapia ormonale sostitutiva. Per i soggetti adulti in un buono stato di salute il fabbisogno quotidiano di calcio è in media di circa 1000 mg/die. Gli alimenti più ricchi di calcio sono il latte e i latticini. Invece, nel regno vegetale, i legumi, la frutta secca, il radicchio verde, il cavolo, gli spinaci, la cicoria, i cardi, le foglie di rapa, i carciofi, il basilico e i broccoli ne contengono delle discrete quantità. Anche l’acqua che beviamo contiene calcio assorbibile dal nostro organismo, quindi, bere acqua e specialmente acqua minerale ricca di calcio (leggere le etichette delle bottiglie) aiuta a soddisfare il fabbisogno di calcio.


Ha risposto Gatti Patrizia Maria

Pgatti

Patrizia Maria Gatti

Specialista in Scienza dell’Alimentazione

Laureata in Medicina e Chirurgia nel 1983 presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia Università degli Studi di Milano si è Specializzata in Scienza dell’alimentazione (indirizzo dietetico) presso il medesimo Ateneo nel 1986. Nel 1994 ha conseguito il Dottorato di Ricerca in Biochimica e la Specializzazione in Biochimica Clinica (indirizzo diagnostico) nel 1997

Gentile utente, a causa di adeguamenti tecnici il servizio "Chiedi all'esperto" è momentaneamente sospeso.
Torna su