RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Diradamento dei capelli e uso di sostanze grasse"

Sia mio padre dall'età di circa 45 anni, sia mio fratello di 35 anni hanno cominciato a perdere i capelli (non molti), entrambi nella parte posteriore del cranio. Mio fratello però rispetto a mio padre ha avuto una caduta dei capelli a chiazze, tipo alopecia. Da circa 5 anni, ho cominciato anch'io a perdere un po’ di capelli, sulle tempie e sto notando un diradamento sulla parte superiore della testa. Per tanto tempo ho fatto largo uso di gel, da circa tre anni sto usando la cera e ho notato che la caduta si è intensificata. C’è possibilità di una ricrescita con opportune cure? È vero che la cera danneggia il cuoio capelluto più del gel?

Per una caduta di capelli a chiazze è necessario un approfondimento diagnostico in quanto le cause possono essere diverse. L'andamento di una alopecia di origine genetica, cambia da un individuo all'altro, sia nei tempi sia nei modi di manifestarsi. L'intensificazione del fenomeno con l'uso si certi prodotti può essere una semplice coincidenza, anche se sottoporre i capelli a continui trattamenti estetici, soprattutto con sostanze grasse e dense, non rende la vita facile a un cuoio capelluto già in condizioni critiche. Alcuni trattamenti possono rinforzare e stimolare l'attività dei follicoli piliferi ancora in vita.


Ha risposto Garonzi Francesco

Garonzi

Francesco Garonzi

Dermatologo

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1976,presso l’università degli studi di Milano, consegue l'abilitazione all'esercizio della professione medica nel 1977. Consegue la specializzazione in Dermatologia e Venereologia presso l’Università degli Studi di Milano nel 1979.Da allora esercita la professione come specialista dermatologo.

CHIEDI ALL'ESPERTO
Registrati ACCEDI

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al Tuo medico o al Tuo farmacista, oppure direttamente alla Tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Attenzione: Il servizio "Chiedi all'esperto" sarà sospeso dal 1 Agosto 2017 fino al 31 Agosto 2017.
I quesiti inviati durante questo periodo potranno essere inoltrati ai nostri consulenti dopo la pausa estiva.

Torna su