Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Dieta per snellire le gambe"

Sono una ragazza di 18 anni, peso 54 kg e sono alta 1,60. Il mio fisico mi piace ma vorrei perdere qualche chiletto che a parer mio è di troppo. Il mio problema sono le gambe, vorrei snellirle un pò. Non faccio sport al momento, ma andrò a correre nei prossimi giorni. Volevo chiederle che cosa dovrei privilegiare di più nei cibi per aiutarmi a risolvere questo "problema". ​

Per prima cosa le rammento che il suo peso, in rapporto alla sua età e alla sua altezza, è perfettamente normale. Tuttavia se lei desidera snellire un po’ le sue gambe non c’è altro da fare che muoversi con costanza e tutti i giorni, una corsetta di 30 minuti al giorno va benissimo, per cominciare (15 minuti di buon passo, sosta breve e poi altri 15 minuti di corsa senza esagerare). Poi se vede che può farcela aumenti a 40 minuti. Non ci sono alimenti particolari. Dia la preferenza alla frutta fresca e drenante, con attenzione a non eccedere con quella più zuccherina, (almeno 2 porzioni al giorno scegliendo tra ananas, fragole, frutti di bosco, kiwi, ciliege, mela verde, anguria, prugne, pesche, albicocche) e alla verdura fresca di stagione (3 porzioni al giorno cruda e cotta scegliendo tra zucchine, pomodori, carote, finocchi, insalata, cetrioli, erbette, spinaci giovani, melanzane, peperoni, cipollotti novelli), beva almeno 2 litri di acqua al giorno e non trascuri mai la prima colazione. Carni bianche e pesce almeno 3 volte la settimana. Poco affettato e solo formaggi magri freschi tipo ricotta. Prima della corsetta faccia una merenda leggera (frutta) e dopo beva 1 bicchiere di latte parzialmente scremato o uno yogurt bianco magro, dopo la doccia mentre si rilassa.​


Ha risposto Gatti Patrizia Maria

Pgatti

Patrizia Maria Gatti

Specialista in Scienza dell’Alimentazione

Laureata in Medicina e Chirurgia nel 1983 presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia Università degli Studi di Milano si è Specializzata in Scienza dell’alimentazione (indirizzo dietetico) presso il medesimo Ateneo nel 1986. Nel 1994 ha conseguito il Dottorato di Ricerca in Biochimica e la Specializzazione in Biochimica Clinica (indirizzo diagnostico) nel 1997

CHIEDI ALL'ESPERTO
Registrati ACCEDI

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al Tuo medico o al Tuo farmacista, oppure direttamente alla Tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Torna su