Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Cure e decorso del prolasso uterino"

Ho 62 anni e da un po' di tempo mi è stato diagnosticato un prolasso uterino. Cosa posso fare per limitare il problema? Nel tempo sarà necessario un intervento?

Il prolasso uterino è una condizione presente molto spesso in menopausa in donne che abbiano partorito, a maggior ragione se hanno avuto parti difficili (bambini molto grossi, applicazione di forcipe). L'unico modo per ridurre la probabilità di progressione del fenomeno è una apposita ginnastica del piano perineale. Quando il problema diventa non più sopportabile l'unica soluzione diventa oggi la chirurgia, anche se esistono strumenti (pessari) per evitarla o rinviarla nel tempo.


Ha risposto Arisi Emilio

Arisi1

Emilio Arisi

Ginecologo

Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli studi di Parma, si è specializzato in Ostetricia e Ginecologia nella stessa Università. Dal 1993 al 2010 è stato Direttore della U.O. di Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale Regionale “S. Chiara” di Trento dove, dall’inizio del 2002 è stato coordinatore del Dipartimento Materno-Infantile della Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari della Provincia di Trento.

Gentile utente, a causa di adeguamenti tecnici il servizio "Chiedi all'esperto" è momentaneamente sospeso.
Torna su