Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Consigli per colesterolo e trigliceridi alti"

Ho 51 anni e dalle ultime analisi il valore del colesterolo totale è di circa 230, il valore dei trigliceridi è poco sopra a 200 e il valore della glicemia è 108. Svolgo un lavoro che mi fa stare molto in auto, ultimamente sto camminando a passo veloce e prendo degli integratori per cercare di ridurre il valore del colesterolo: mi può cortesemente dare dei consigli più appropriati?

Effettivamente i valori che lei riferisce per quanto riguarda il colesterolo totale e i trigliceridi sono al di sopra di quelli normali di riferimento, anche se non esageratamente elevati. La glicemia è nei limiti, ma tendente ad alzarsi. Data la sua età in ogni caso è bene che lei adotti alcune precauzioni per prevenire eventuali complicazioni cardiovascolari. 

In linea generale se si desidera proteggere il cuore e i vasi dal potenziale danno associato a valori elevati dei grassi nel sangue è bene seguire queste indicazioni:


- tenere sotto controllo il peso corporeo cercando di restare entro un intervallo di peso ideale per età e sesso (per esempio un uomo di età media alto 170 cm dovrebbe pesare circa 70 kg, una donna della stessa età e altezza, circa 65 kg)


- evitare la sedentarietà e praticare regolarmente dell'attività fisica che non sia troppo stressante e che non vada oltre le proprie capacità. Non è indispensabile iscriversi ad una costosa palestra, bastano anche 30 minuti al giorno di passeggiata di buon passo o la piscina un paio di volte a settimana, o parcheggiare l'auto più lontana dal luogo di lavoro e recarsi sul posto a piedi oppure anche la bicicletta per 30 minuti 3-4 volte a settimana


- tenere sotto controllo periodicamente la pressione del sangue e misurarla dal proprio medico o in farmacia almeno 4-5 volte l'anno, ma se ci sono problemi almeno 1 volta a settimana


- evitare del tutto o smettere di fumare

- riposare la notte almeno 7 ore.


È necessario inoltre adottare una dieta sana:

- 3 porzioni di frutta e 2 di verdura di stagione al giorno tutti i giorni

- carni rosse e trasformate (salumi grassi e insaccati, polpettoni, salsicce, salamelle) non più di una volta ogni 15 giorni

- carni bianche (tacchino, pollo, coniglio) non più di 4 volte a settimana

- pesce almeno 3 pasti a settimana

- uova 2 alla settimana

- formaggi magri freschi 1 volta a settimana come secondo

- 1 volta a settimana prosciutto cotto o crudo senza grasso

- pane o grissini meglio se di farina integrale vanno assunti in base al peso

- riso e cereali meglio integrali, si possono mangiare anche tutti i giorni sempre in base al peso

- pasta non più di due volte a settimana in base al peso

- latte meglio scremato, anche 1 tazza al giorno se gradito

- yogurt magro ogni giorno anche con frutta, ma non zuccherato

- mezzo bicchiere di vino rosso ai pasti è consentito, ma non obbligatorio

- bere molta acqua ogni giorno (con la stagione calda almeno 1 litro e mezzo al giorno)

- caffè se gradito, un paio al giorno

- tè verde senza zuccheri aggiunti

- dolciumi 1 volta a settimana, meglio se fatti in casa senza burro

- condire sempre con olio extravergine di oliva, meglio a crudo  e non più di 3-4 cucchiai da minestra al giorno

- niente aperitivi con alcol né superalcolici.


Per quanto riguarda gli integratori è bene chiedere al proprio medico quali sono i più adatti alle sue condizioni generali. Non sono tutti uguali e non vanno bene per tutti.



Ha risposto Gatti Patrizia Maria

Pgatti

Patrizia Maria Gatti

Specialista in Scienza dell’Alimentazione

Laureata in Medicina e Chirurgia nel 1983 presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia Università degli Studi di Milano si è Specializzata in Scienza dell’alimentazione (indirizzo dietetico) presso il medesimo Ateneo nel 1986. Nel 1994 ha conseguito il Dottorato di Ricerca in Biochimica e la Specializzazione in Biochimica Clinica (indirizzo diagnostico) nel 1997

CHIEDI ALL'ESPERTO

Per poter scrivere ai nostri esperti devi essere un utente registrato.
Se non hai ancora effettuato la registrazione

Registrati


Se sei un utente già registrato effettua il login inserendo indirizzo e-mail e password

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al tuo medico o al tuo farmacista, oppure direttamente alla tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Torna su