Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Come comportarsi se si pranza solo con yogurt e frutto"

Non avendo la possibilitá di mangiare correttamente durante il pranzo (mangio uno yougut e un frutto), chiedo se potrebbe essere utile consumare un normale pranzo dopo il rientro a casa (alle 17). E molto piú tardi la cena.

Sarebbe bene per tutti consumare ogni giorno almeno 3 pasti principali e due spuntini a orari regolari e costanti. Tuttavia, mi rendo conto che spesso gli impegni di lavoro non lo consentono. In questi casi suggerisco di rispettare, se possibile, almeno i pasti principali. Nel suo caso suo suggerisco: una prima colazione con bevanda calda a sua scelta (tè, caffè, caffelatte) più frutta fresca e pane o biscotti secchi. A pranzo mangi pure yogurt e frutta. Alle 17 mangi verdura fresca di stagione in abbondanza cruda o cotta come preferisce, sempre con pane (esempio: un’abbondante insalata verde con mela verde e una manciata di mandorle o noci tritate e un po’ di formaggio magro tipo ricotta fresca, mozzarella light, primo sale oppure una verdura in foglia verde o zucchine lessate in poca acqua con un po’ di ricotta). Poi, cena non prima delle 21:00, per esempio con: crema di verdura o passato di verdura come antipasto, pollo o pesce come secondo, pane. Se può, il sabato e la domenica mangi pasta con verdura a pranzo e secondo con verdura a cena, cercando di pranzare entro le 13:00 e cenare verso le 20:00, ma non salti la prima colazione e faccia uno spuntino con frutta fresca verso le 10:30 e una merenda sempre con frutta verso le 16:00. Non esageri con i condimenti e con il sale. Naturalmente questi sono solo suggerimenti generali per una persona adulta sana e normopeso. Se questo non fosse il suo caso, le consiglio di consultare un nutrizionista qualificato per avere una dieta personalizzata e adeguata alle sue esigenze.


Ha risposto Gatti Patrizia Maria

Pgatti

Patrizia Maria Gatti

Specialista in Scienza dell’Alimentazione

Laureata in Medicina e Chirurgia nel 1983 presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia Università degli Studi di Milano si è Specializzata in Scienza dell’alimentazione (indirizzo dietetico) presso il medesimo Ateneo nel 1986. Nel 1994 ha conseguito il Dottorato di Ricerca in Biochimica e la Specializzazione in Biochimica Clinica (indirizzo diagnostico) nel 1997

CHIEDI ALL'ESPERTO
Registrati ACCEDI

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al Tuo medico o al Tuo farmacista, oppure direttamente alla Tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Torna su