Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Cerebellite e infezioni virali"

L'anno scorso mio figlio, all'epoca 3 anni, ha avuto la mononucleosi e come complicanza una cerebillite acuta. La prognosi è stata positiva e la guarigione totale. A distanza di un anno, ora all'asilo gira la varicella. Ho motivi per preoccuparmi? Che probabilità ci sono che si ripresenti la cerebillite nel caso in cui venga contagiato?

La cerebellite è una possibile complicanza di molte malattie virali, come l'influenza, la mononucleosi o anche la varicella. Non è sempre chiaro con quale meccanismo questo avvenga, se per azione diretta del virus o, più probabile, con meccanismo immunomediato, come reazioni crociate tra antigeni virali e antigeni dell'organismo ospite, fenomeni di autoimmunità. Cioè capita che le nostre difese immunitarie, mentre ci difendono dall'infezione, provochino danni al nostro stesso corpo. Alcuni virus sono più a rischio di altri, ma anche alcune persone sono più soggette di altre. In genere sono fenomeni benigni e reversibili con ritorno alla normalità. La varicella, però, può essere facilmente prevenuta con un vaccino, sicuro ed efficace. Le consiglio di parlarne con il suo pediatra di fiducia per valutare l'opportunità di effettuarlo.


Ha risposto Battaglioli Marina

Battaglioli1

Marina Battaglioli

Pediatra e neonatologa

Specializzata in Pediatria Generale nel 1994 e in Neonatologia nel 1996, dal 2000 assume l’incarico a tempo indeterminato presso il reparto di Patologia Neonatale e Nido dell’Ospedale Buzzi, dove attualmente è Dirigente medico di 1° livello.

CHIEDI ALL'ESPERTO
Registrati ACCEDI

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al Tuo medico o al Tuo farmacista, oppure direttamente alla Tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Torna su