Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Bronchite: quando si considera cronica"

Vorrei sapere come si stabilisce se una bronchite è cronica. Quali sono i sintomi? Si devono fare degli esami diagnostici precisi o non servono? Inoltre come deve cautelarsi il paziente, nelle diverse stagioni dell'anno, affinché la bronchite cronica non si acutizzi ? Vorrei dei consigli.

Si parla di bronchite cronica quando la persona presenta una tosse cronica produttiva (con produzione di muco) per almeno 3 mesi per 2 anni successivi. Si definisce bronchite cronica ostruttiva o BPCO qualora a questo quadro si associno anche delle anomalie ostruttive a un esame chiamato spirometria. Questo accertamento andrebbe eseguito in tutti i pazienti con tosse e espettorazione cronica sopratutto se in presenza di fattori di rischio, come il fumo. Per la prevenzione è importante il riconoscimento precoce dei sintomi della riacutizzazione, è utile sottoporsi ai vaccini (antinfluenzale e antipneumococcico) e nel caso sia indicato assumere le terapie inalatorie prescritte.


Ha risposto Papazian Barbara

Papazian 1

Barbara Papazian

Pneumologa

Svolge attività ambulatoriale come Specialista Pneumologa presso l’Ambulatorio dell’Associazione Lombarda dei Giornalisti di Milano.

Gentile utente, a causa di adeguamenti tecnici il servizio "Chiedi all'esperto" è momentaneamente sospeso.
Torna su