Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Visita subito dopo il parto"

Quando è nato il primo bimbo mi hanno visitata il giorno dopo e non è stato piacevole. Dopo aver partorito il secondo bambino mi hanno subito fatto una visita per controllare il collo dell'utero e mi fatto malissimo. Il ginecologo mi disse che era necessario perché aveva visto del sangue prima dell'espulsione, ma non ha trovato nulla di insolito. Ora sono alla terza gravidanza e volevo sapere se è normale visitare subito dopo l'espulsione della placenta e se posso rifiutare il "trattamento".

Una visita subito dopo il parto può essere di una certa utilità per verificare lo stato del collo dell’utero o della vagina, alla ricerca di eventuali lesioni o per la verifica di una corretta riparazione dopo aver suturato le lesioni. La necessità o meno di tale controllo è ovviamente legata alla valutazione del medico e della ostetrica che hanno assistito al parto e hanno eseguito le successive procedure. Rifiutare eventualmente la visita è, ovviamente, nel potere di ogni donna, ma occorre valutare che questo non contrasti con il suo successivo benessere.


Ha risposto Arisi Emilio

Arisi1

Emilio Arisi

Ginecologo

Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli studi di Parma, si è specializzato in Ostetricia e Ginecologia nella stessa Università. Dal 1993 al 2010 è stato Direttore della U.O. di Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale Regionale “S. Chiara” di Trento dove, dall’inizio del 2002 è stato coordinatore del Dipartimento Materno-Infantile della Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari della Provincia di Trento.

CHIEDI ALL'ESPERTO
Registrati ACCEDI

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al Tuo medico o al Tuo farmacista, oppure direttamente alla Tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Torna su