RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Uso di farmaci per la disfuzione erettile dopo infarto"

Ho 66 anni e 9 anni fa ho avuto un infarto con conseguente angioplastica e stent. Successivamente sono sempre stato bene e sto bene tutt'ora. Inizio però ad avere problemi di erezione e il cardiologo mi ha assicurato che posso ricorrere a farmaci tipo sildenafil, tadalafil ecc. in quanto utiizzo solo acido acetilsalicilico. Ho sentito però pareri contrari sull'utilizzo di tali farmaci dopo aver fatto l'infarto e vorrei conoscere il suo parere.

Non c'è alcun problema. Si possono utilizzare tutti, con l'unica accortezza di sospendere i nitrati 24 ore prima, se il cardiologo curante lo consente. Naturalmente il controllo con stress test deve sempre essere negativo per una eventuale ischemia residua e la funzione contrattile del cuore essere nella norma (frazione di eiezione maggiore 50%). Comunque i cardiologi sanno bene il comportamento da consigliare ai loro pazienti con tale patologia, gli altri consigli (sicuramente non medici) non vanno tenuti molto in considerazione.


Ha risposto Panciroli Claudio

Panciroli

Claudio Panciroli

Cardiologo

Dal 1985 esercita la professione presso l’Azienda Ospedaliera della Provincia di Lodi, in USS Interdipartimentale di Emodinamica di cui è responsabile e in USC di Cardiologia e, privatamente, in ambulatorio.

CHIEDI ALL'ESPERTO
Registrati ACCEDI

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al Tuo medico o al Tuo farmacista, oppure direttamente alla Tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Attenzione: Il servizio "Chiedi all'esperto" sarà sospeso dal 1 Agosto 2017 fino al 31 Agosto 2017.
I quesiti inviati durante questo periodo potranno essere inoltrati ai nostri consulenti dopo la pausa estiva.

Torna su