Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Uso continuo della borsa di acqua calda"

Sono una ragazza di 25 anni e dato che per motivi di studio sto seduta per molte ore al giorno, durante tutto l'inverno ho tenuto sulle cosce una borsa dell'acqua calda. Ora mi ritrovo con delle macchie rosse diffuse. Mi sembra possa trattarsi della "sindrome del tostapane". Esiste qualche rimedio o cura per far sparire queste macchie?

Applicare sulla pelle fonti di calore per lunghi periodi provoca uno stress termico a carico della circolazione cutanea che può esitare in alterazioni di capillari o di piccole vene con comparsa di zone arrossate persistenti. Se l'eritema è diffuso senza evidenza di dilatazioni capillari, il fenomeno può risolvers spontaneamente col tempo abbandonando la cattiva abitudine. Possono essere utili creme di buona qualità del tipo di quelle usate per attenuare la couperose, accompagnate eventualmente da antocianosidi (principi attivi di origine vegetale contenuti ad esempio nel mirtillo nero) da assumersi per via orale per uno-due mesi.


Ha risposto Garonzi Francesco

Garonzi

Francesco Garonzi

Dermatologo

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1976,presso l’università degli studi di Milano, consegue l'abilitazione all'esercizio della professione medica nel 1977. Consegue la specializzazione in Dermatologia e Venereologia presso l’Università degli Studi di Milano nel 1979.Da allora esercita la professione come specialista dermatologo.

CHIEDI ALL'ESPERTO
Registrati ACCEDI

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al Tuo medico o al Tuo farmacista, oppure direttamente alla Tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Torna su