Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Trattamento osteopatico per pubalgia in gravidanza"

Sono in gravidanza a rischio di 25 settimane. Mi hanno diagnosticato la placenta bassa che raggiunge l'OUI e sono a rischio sanguinamenti e distacchi di placenta. Da circa una settimana mi è venuta la pubalgia e diverse persone mi hanno consigliato di andare da un'osteopata per risolvere. Mi è venuto il dubbio di potermi far comunque toccare in quelle zone vista la mia situazione. Il dolore però sta aumentando e il solo paracetamolo non è d'aiuto. Unica soluzione è stare ferma a letto, cosa che comunque già devo fare per gli altri miei problemi. Lei cosa mi consiglierebbe?

I rimedi adottati sono corretti. Anche l'osteopatia può essere sicuramente di ulteriore aiuto in caso di pubalgia, tuttavia la placenta bassa costituisce un rischio. Quindi se il dolore è insopportabile e paracetamolo, ghiaccio e riposo non sono sufficienti si può tentare un approccio osteopatico molto soft per distendere la zona pubica. Diversamente aspetterei fino a quando la situazione diventa meno rischiosa.


Ha risposto Boccalandro Elena

Boccalandro

Elena Boccalandro

Terapista della Riabilitazione, Dottore in Osteopatia

Diplomata in Terapia della Riabilitazione nell’anno 1993/94 e Dottore in Osteopatia dal 1999, è regolarmente iscritta al Registro Osteopati Italiani. Dal 1994 lavora in qualità di libera professionista.

CHIEDI ALL'ESPERTO
Registrati ACCEDI

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al Tuo medico o al Tuo farmacista, oppure direttamente alla Tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Torna su