Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Trasmissione dell'HPV da condilomi anali"

È possibile la trasmissione del virus HPV attraversoo rapporti anali protetti con soggetti che presentano condilomi anali, se questi vengono però a contatto con le mani o con la lingua? Quali sono le modalità di contagio più frequenti del virus?

Gli HPV sono un gruppo molto numeroso di virus spesso normali abitatori dell'ambito vaginale e, comunque, delle zone ove avvengono contatti di tipo sessuale (in particolare vulva e ano). Alcuni ceppi di HPV sono in grado di dare condilomi. Avere rapporti anali protetti con persone portatrici di condilomi anali non dovrebbe dare nessun problema purché la protezione sia completa (il preservativo maschile o femminile non coprono il pube ad esempio). Infatti la trasmissione è sempre per via diretta, cioè per contatto diretto pene-ano pene-vagina pene-altro sito, e questo vale anche per la bocca e la lingua o per altri siti, ove pure la trasmissione è meno frequente.


Ha risposto Arisi Emilio

Arisi1

Emilio Arisi

Ginecologo

Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli studi di Parma, si è specializzato in Ostetricia e Ginecologia nella stessa Università. Dal 1993 al 2010 è stato Direttore della U.O. di Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale Regionale “S. Chiara” di Trento dove, dall’inizio del 2002 è stato coordinatore del Dipartimento Materno-Infantile della Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari della Provincia di Trento.

Gentile utente, a causa di adeguamenti tecnici il servizio "Chiedi all'esperto" è momentaneamente sospeso.
Torna su