Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Tosse cardiaca"

Vorrei avere informazioni su quella che viene definita "tosse cardiaca". Mia madre ha tosse da un sacco di tempo, ma tutte le indagini pneumologiche e gastroenterologiche hanno dato esito negativo. Soffre di ipertensione da anni ma è controllata con i farmaci.

La tosse cardiaca, se tutte le indagini sono negative come pura l'ecocardio e la visita cardiologica (e, pertanto, è stato escluso lo scompenso cardiaco), probabilemente è secondaria alla terapia farmacologica: ace-inibitori o sartanici danno molto frequentemente tosse. Meglio sentire il cadiologo ed eventualmete modificare la terapia.


Ha risposto Panciroli Claudio

Panciroli

Claudio Panciroli

Cardiologo

Dal 1985 esercita la professione presso l’Azienda Ospedaliera della Provincia di Lodi, in USS Interdipartimentale di Emodinamica di cui è responsabile e in USC di Cardiologia e, privatamente, in ambulatorio.

CHIEDI ALL'ESPERTO

Per poter scrivere ai nostri esperti devi essere un utente registrato.
Se non hai ancora effettuato la registrazione

Registrati


Se sei un utente già registrato effettua il login inserendo indirizzo e-mail e password

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al tuo medico o al tuo farmacista, oppure direttamente alla tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Torna su