Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Tempi della reinnervazione spontanea"

Dopo due interventi per ernia del disco (L4-L5), dai quali ne è residuata un'invalidità grave agli arti inferiori, specie al sinistro con ipostenia, ipotrofia, forti dolori neuropaticie undeficit dello spe. Questo perché coesisteva al livello L4, L5 una spondilodistesi. Un terzo intervento è stato perciò necessario per stabilizzare la colonna e liberare la radice dalla cicatrice. Il neurochirurgo mi ha consigliato di proseguire la fisiokinesiterapia: avrei recuperato il deficit spe nel giro di una ventina di mesi, ovvero i tempi utili per una reinnervazione spontanea. Come mai tempi così lunghi?

La velocità di crescita (reinnervazione) è di un millimetro al giorno: pertanto il nervo deve, a questa velocità, ricrescere dal punto di lesione fino a quello dove termina nel muscolo. Ad esempio se deve percorrere 30 cm impiegherà 300 giorni.


Ha risposto Zilioli Angelo

Foto zilioli

Angelo Zilioli

Neurologo

Dal 1997 esercita presso il reparto di neurologia dell’Azienda Ospedaliera di Lodi. È responsabile dell’USS Stroke Unit. Si è laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli Studi di Pavia, dove si è anche specializzato in Neurofisiopatologia.

CHIEDI ALL'ESPERTO

Per poter scrivere ai nostri esperti devi essere un utente registrato.
Se non hai ancora effettuato la registrazione

Registrati


Se sei un utente già registrato effettua il login inserendo indirizzo e-mail e password

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al tuo medico o al tuo farmacista, oppure direttamente alla tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Torna su