Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Spostare la mestruazione quando si utilizza l'anello vaginale"

Uso L'anello vaginale contraccettivo da quasi un anno e mezzo, non ho mai spostato la data di inserimento e quindi del ciclo, ma vorrei farlo a febbraio in quanto dovrei partire per la Thailandia da mercoledì 17 a lunedi 29. Dovendo togliere l'anello Domenica 14, il ciclo sarà in arrivo proprio il giorno della mia partenza e sarei costretta anche a portare con me il nuovo anello da inserire Domenica 21. Vorrei fare il possibile per partire senza preoccupazioni: è possibile anticipare o posticipare la data per toglierlo e reinserirlo?

La soluzione più semplice in questa situazione è certamente quella che, immediatamente dopo la rimozione dell’anello dopo le solite tre settimane di uso, venga subito introdotto in vagina un nuovo anello. In questo modo non comparirà la mestruazione, che invece verrà quando il secondo anello sarà rimosso, a meno che non si voglia procedere similmente con la applicazione vaginale di un terzo e di ulteriori anelli per posticipare ancora di più il mestruo. Ciò non crea nessun danno dal punto di vista fisico (la mestruazione con anello, pillola o cerotto è artificiale) e crea certamente grandi vantaggi dal punto di vista organizzativo personale, oltre a un risparmio netto di sangue.


Ha risposto Arisi Emilio

Arisi1

Emilio Arisi

Ginecologo

Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli studi di Parma, si è specializzato in Ostetricia e Ginecologia nella stessa Università. Dal 1993 al 2010 è stato Direttore della U.O. di Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale Regionale “S. Chiara” di Trento dove, dall’inizio del 2002 è stato coordinatore del Dipartimento Materno-Infantile della Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari della Provincia di Trento.

Gentile utente, a causa di adeguamenti tecnici il servizio "Chiedi all'esperto" è momentaneamente sospeso.
Torna su