Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Sintomi aticici dell'infarto da conoscere"

Si dice che l'infarto sia facile da riconoscere, o per lo meno da sospettare, ma non è vero che talvolta si presenta senza dolore al petto o al braccio? Quali sono in realtà i segni da considerare sempre come campanelli di allarme? Pallore e sudore sono sempre presenti? Grazie per la spiegazione che vorrà darmi.

Vero! Non sempre ci sono sintomi: il 20% circa degli infarti è silente, soprattutto nei diabetici. I sintomi sono: mancanza di respiro improvvisa, dolore a sbarra al torace, ossia trasversale che si irradia nella parte dorsale, oppure tipo un pugno sullo sterno, di durata variabile da 10 minuti a un'ora o anche più, con malessere generalizzato, sudorazione fredda, dolore alle braccia o al braccio sinistro o a entrambi i polsi, irradiato alla mandibola, al collo o dietro alla schiena. Questi sintomi anche se leggeri e di breve durata, devono sempre mettere in allarme e consigliare di chiamare il 118 senza perdere tempo.


Ha risposto Panciroli Claudio

Panciroli

Claudio Panciroli

Cardiologo

Dal 1985 esercita la professione presso l’Azienda Ospedaliera della Provincia di Lodi, in USS Interdipartimentale di Emodinamica di cui è responsabile e in USC di Cardiologia e, privatamente, in ambulatorio.

Gentile utente, a causa di adeguamenti tecnici il servizio "Chiedi all'esperto" è momentaneamente sospeso.
Torna su