Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Sindrome del piriforme, che fare"

Da circa 2 anni ho un dolore costante nella parte posteriore della gamba sinistra a partire al disotto del gluteo che si ramifica anche a l'altra gamba dopo un'attivita sportiva. Ho fatto diverse indagini che non hanno evidenziato nulla. Infine un ortopedico mi ha scritto sul referto positività alla piriforme e mi ha prescritto ultra suoni e laser e una terapia farmacologica. La fisioterapia non mi ha fatto nulla e una seplice corsa ha scatenato un dolore ancoara più forte.

Un dolore che parte a livello dei glutei e si irradia lungo le gambe in prima istanza potrebbe far pensare a una sciatalgia provocata da una possibile ernia o protusione a livello lombare. Gli esami da fare per indagare meglio sono RMN, Rx e TAC. Con questi esami poi ci si affida a un bravo ortopedico che oltre a guardare gli esiti fa una visita clinica e anamnestica capace di fornire tutte quelle informazioni necessarie per esprimere una diagnosi e soprattutto per stabilire un piano terapeutico. La sindrome del piramidale (o piriforme) coinvolge questo muscolo che ha relazioni con nervi del plesso lombosacrale. Una disfunzione del piramidale può creare irritazione nervosa e stato algico. Se la dignosi viene fatta dopo tanto tempo è possibile che l'iniziale irritazione nervosa si sia cronicizzata dando luogo a una nevrite abbinata a retrazione e ipotrofia del muscolo piramidale. Per questo motivo ribadisco sia fondamentale prima di qualsiasi cura una scrupolosa visita clinica in gardo di valutare la responsabilità di questo muscolo. Se si trattasse di tale sindrome è sicuramente utile l'approccio osteopatico con allungamenti fasciali mirati al muscolo piramidale e globali. Eventualmente si possono abbinare terapie che hanno lo scopo di togliere il dolore come il laser o gli ultrasuoni.


Ha risposto Boccalandro Elena

Boccalandro

Elena Boccalandro

Terapista della Riabilitazione, Dottore in Osteopatia

Diplomata in Terapia della Riabilitazione nell’anno 1993/94 e Dottore in Osteopatia dal 1999, è regolarmente iscritta al Registro Osteopati Italiani. Dal 1994 lavora in qualità di libera professionista.

Gentile utente, a causa di adeguamenti tecnici il servizio "Chiedi all'esperto" è momentaneamente sospeso.
Torna su