Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Ruolo della dieta nella prevenzione dei calcoli della colecisti"

Sono una donna di 50 anni e sono stata ricoverata per 3 giorni in ospedale per colecistite acuta con calcoli. Al momento del ricovero non avevo coliche (l’ultima era stata la sera precedente). Mi hanno dimesso con terapia antibiotica e dieta in attesa di intervento di colecistectomia con laparoscopia, tra circa un mese. Facendo una dieta rigida, ci può essere lo stesso il pericolo di una nuova colica? Una volta finita la cura antibiotica, il rischio di nuova colica aumenta? Mi turba molto la prospettiva di un intervento d’urgenza, pur facendo dieta.

Il ruolo della dieta nella prevenzione, primaria e secondaria, dei calcoli della colecisti e delle vie biliari e delle loro complicanze è molto importante, in questo modo si evita il sovraccarico di lavoro in un organo che ha una funzionalità già ridotta a causa della presenza di materiale al suo interno. La terapia antibiotica è indicata nella fase acuta di infiammazione delle pareti dell’organo, per un periodo breve, ma una volta risolta l’infiammazione essa non è più necessaria.


Ha risposto Mazzocchi Samanta

Samanta mazzocchi

Samanta Mazzocchi

Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva

Laureata in Medicina e Chirurgia nel 2002 presso l’Università degli Studi di Pavia. Ha conseguito nel 2008 il diploma di Specializzazione in "Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva". Dal 2013 è dirigente medico presso l’Azienda Ospedaliere di Piacenza all’Ospedale di Castel San Giovanni e, in qualità di Medico Gastroenterologo, si occupa dell’ambulatorio di gastroenterologia e di endoscopia digestiva.

Gentile utente, a causa di adeguamenti tecnici il servizio "Chiedi all'esperto" è momentaneamente sospeso.
Torna su