Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Rischio di morte cardiaca nei giovani"

Premetto che sono ansioso e ipocondriaco e totalmente ossessionato dalla morte improvvisa. Sono un ragazzo di 21 anni, ogni anno faccio Ecg senza mai aver rilevato nulla di insolito; all'età di 14 o 15 anni ho fatto Eco con riscontro di una lieve ipertrofia ventricolare sx di 13 mm che mi dissero che non era assolutamente fattore di rischio; ho fatto anche l’Holter: regolare; unica nota "Marcata aritmia sinusale nottura" che mi hanno detto che è normalissima e non preoccupante nei giovani. Volevo sapere: il riscio di morte cardiaca nei giovani è davvero bassa? Ed io rischio molto?


Io non penserei alle malattie, ma preferirei pensare a studiare e andare in giro con gli amici! Premesso questo la morte improvvisa nei giovani sani è del tutto eccezionale ed è legata a malattie congenite che lei non ha visti i risultati di ecocardio e Holter. Ricontrollerei comunque l'ecocardio, poiché non è chiaro a che cosa si riferisca la misura di 13 mm con ipertrofia, ma in ogni caso stia pure tranquillo.




Ha risposto Panciroli Claudio

Panciroli

Claudio Panciroli

Cardiologo

Dal 1985 esercita la professione presso l’Azienda Ospedaliera della Provincia di Lodi, in USS Interdipartimentale di Emodinamica di cui è responsabile e in USC di Cardiologia e, privatamente, in ambulatorio.

Gentile utente, a causa di adeguamenti tecnici il servizio "Chiedi all'esperto" è momentaneamente sospeso.
Torna su