Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Riportare il colesterolo alla norma"

Quali sono le regole alimentari e non per riportare alla normalità i valori del colesterolo cattivo e buono?

Per prima cosa è bene mantenere uno stile di vita sano, sempre in movimento, poco caffè, niente fumo, riposare quando possibile e niente stress. Per l’alimentazione: niente grassi animali (burro, strutto, panna, mascarpone); niente insaccati (salame crudo o cotto, cotechino, zampone) pochi salumi (solo prosciutto magro una volta la settimana). Poca carne rossa (una volta la settimana per le donne in età fertile). Aumentare il consumo di carni bianche (coniglio, pollo, tacchino, agnello, maiale magro) e di carni di pesce (orata, nasello, sogliola, merluzzo, pesce azzurro, trota). Mangiare verdure e frutta fresche di stagione in abbondanza, tutti i giorni (2 porzioni di frutta e 3 di verdure crude o cotte). Sono concessi anche: 2 uova la settimana, qualche noce sbriciolata nell'insalata, qualche mandorla, pomodori freschi anche tutti i giorni e un bicchiere di vino rosso la sera, se gradito, ma niente aperitivi o superalcolici. Latte totalmente o parzialmente scremato (anche tutti i giorni 1 bicchiere) oppure yogurt magro. Poco formaggio, da scegliere come secondo piatto una sola volta la settimana, ma solo formaggi freschi (ricotta fresca, mozzarella fresca non di bufala, tomino fresco, fiocchi di latte magro, quartirolo, asiago non stagionato). Sono da evitare, invece, tutti quelli troppo grassi, stagionati o fermentati (robiola, brie, camembert, taleggio stagionato, zola, emmenthal, fontina). Condire solo a crudo con olio extravergine d’oliva, 3-4 cucchiai al giorno. Pane, pasta e riso anche tutti i giorni se il peso è a posto. Acqua e tè verde in abbondanza. E per finire, un pezzettino di cioccolato fondente, magari non tutti i giorni, tenendo sempre il peso sotto controllo.


Ha risposto Gatti Patrizia Maria

Pgatti

Patrizia Maria Gatti

Specialista in Scienza dell’Alimentazione

Laureata in Medicina e Chirurgia nel 1983 presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia Università degli Studi di Milano si è Specializzata in Scienza dell’alimentazione (indirizzo dietetico) presso il medesimo Ateneo nel 1986. Nel 1994 ha conseguito il Dottorato di Ricerca in Biochimica e la Specializzazione in Biochimica Clinica (indirizzo diagnostico) nel 1997

Gentile utente, a causa di adeguamenti tecnici il servizio "Chiedi all'esperto" è momentaneamente sospeso.
Torna su