Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Rimedi per una botta sulla fronte"

Questa mattina, come al solito, mi sono alzata dal letto e uscendo dalla stanza, al buio ho preso una teribile botta, con il lato della porta semi-aperta, sull'osso sopraciliare destro. Ho messo subito del ghiaccio per qualche minuto ma non lo sopportavo. Mi dava giramenti di testa. Ho spalmato dell'Arnica gel che tenego in frigorifero e ho assunto Arnica granuli 30 CH monodose (ad ora ne ho prese 3 monodosi). L'arcata sopraciliare e la palpebra superiore sono gonfi e inoltre nella piega della palpebra è diventato viola/bluastro. Cos'altro potrei fare?

Un trauma comporta sempre una rottura di vasi sanguigni superficiali che induce la formazione di un accumulo di liquidi (edema) misti a sangue che giustifica la colorazione scura. Lo stravaso viene drenato in tempi fisiologici: una variazione di colorazione dal blu al giallo fino alla ricomparsa del colore naturale è normale. Lasci il tempo all’arnica di agire aiutando il fisiologico recupero del materiale. Per accelerare i tempi prenda dell’ananas estratto secco e continui l’applicazione di arnica intorno alla zona.


Ha risposto Raimo Renato

Renato raimo

Renato Raimo

Farmacista perfezionato in Fitoterapia, Fitopreparatore

Dal 1992 è titolare di Farmacia. È esperto di Piante medicinali e Omeopatia ed è Fitopreparatore. Laureato alla facoltà di Farmacia dell’Università di Pisa, nel 1992 si perfeziona in Fitoterapia presso la scuola di Perfezionamento dell’Università degli studi di Siena.

Gentile utente, a causa di adeguamenti tecnici il servizio "Chiedi all'esperto" è momentaneamente sospeso.
Torna su