Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Riforare il lobo dopo rimozione di cheloide"

Tre anni fa mi sono sottoposta a un piccolo intervento per la rimozione di un cheloide formatosi sul lobo dell'orecchio. Vorrei sapere se è possibile rifare nuovamente il foro e indossare orecchini senza correre il rischio che si riformi.

La tendenza a formare cicatrici cheloidee dipende in gran parte da fattori costituzionali oltre che, come in questo caso, da eventuali complicanze che si possono successivamente verificare (infezioni, allergie ai materiali costituenti gli orecchini o traumatismi da questi provocati, formazioni di cisti o noduli nel contesto del lobo auricolare). Se in altre sedi cutanee si sono manifestati cheloidi o cicatrici cheloidee in seguito a traumi e ferite, direi che il rischio di questa eventualità debba essere preso in considerazione.


Ha risposto Garonzi Francesco

Garonzi

Francesco Garonzi

Dermatologo

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1976,presso l’università degli studi di Milano, consegue l'abilitazione all'esercizio della professione medica nel 1977. Consegue la specializzazione in Dermatologia e Venereologia presso l’Università degli Studi di Milano nel 1979.Da allora esercita la professione come specialista dermatologo.

Gentile utente, a causa di adeguamenti tecnici il servizio "Chiedi all'esperto" è momentaneamente sospeso.
Torna su