Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Prolasso della cupola vaginale"

Mia moglie, 62 anni, è stata operata di isterectomia nel 2001. Pochi mesi fa le hanno diagnosticato un prolasso di 1° grado della cupola vaginale. Vorrei sapere se i rapporti sessuali possono far peggiorare la situazione.

Il prolasso della cupola vaginale è una possibile conseguenza della asportazione dell’utero, sia essa avvenuta per via addominale, meno frequente, sia per via vaginale, più frequente. Il fenomeno è più spesso correlato con la mancata sospensione della cupola vaginale ad alcuni elementi anatomici di sostegno, quali potrebbero essere i ligamenti utero-sacrali; oppure, pur essendo stato fatto ciò, in realtà vi sia un loro cedimento dovuto a cause funzionali o anatomiche (aumento di peso, notevoli diminuzioni di peso, tosse insistente, lassità congenita dei tessuti e altro ancora). I rapporti sessuali non dovrebbero peggiorare la situazione, che pur potrebbe peggiorare di per sé con il passare degli anni.


Ha risposto Arisi Emilio

Arisi1

Emilio Arisi

Ginecologo

Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli studi di Parma, si è specializzato in Ostetricia e Ginecologia nella stessa Università. Dal 1993 al 2010 è stato Direttore della U.O. di Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale Regionale “S. Chiara” di Trento dove, dall’inizio del 2002 è stato coordinatore del Dipartimento Materno-Infantile della Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari della Provincia di Trento.

Gentile utente, a causa di adeguamenti tecnici il servizio "Chiedi all'esperto" è momentaneamente sospeso.
Torna su