Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Polmoni che si restringono"

Che cosa significa quando l'esito di una spirometria dà come risultato un restringimento dei volumi dei polmoni?

La spirometria è generata dalla registrazione continua dell'aria in una manovra di inspirazione ed espirazione forzate. La forma della curva riflette lo stato dei volumi polmonari e delle vie aeree durante il ciclo respiratorio. Le modificazioni caratteristiche che vengono riscontrate portano a dividere le malattie respiratorie in restrittive e ostruttive. Tipiche forme restrittive sono tutte le patologie interstiziali polmonari, le forme muscoloscheletriche (cifoscoliosi), gli esiti post infiammatori (cicatrici post tubercolari, fibrotoraci) e gli esiti di interventi al torace (lobectomie, pneumonectomia eccetera). Poi ci sono quelle ostruttive come la BPCO (BroncoPneumopatia Cronica Ostruttiva), l’asma e l’enfisema polmonare. Nel suo caso, visto che si potrebbe trattare di una patologia di tipo restrittivo, le consiglio di ripetere la spirometria presso un ospedale e fare anche la diffusione alveolo-capillare del CO ( monossido di carbonio), sottoponendosi una visita pneumologica.


Ha risposto Tursi Francesco

Tursi

Francesco Tursi

Pneumologo

Dal 2005 è Dirigente medico presso l’UO di Pneumologia dell’Ospedale Maggiore di Lodi. È dal 2002 Segretario dell’Associazione Italiana per lo Studio della Tosse (A.I.S.T.) e dal 2009 Presidente dell’ALOR onlus (associazione lodigiana di ossigenoterapia riabilitativa).

CHIEDI ALL'ESPERTO
Registrati ACCEDI

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al Tuo medico o al Tuo farmacista, oppure direttamente alla Tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Torna su