Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Piedi gonfi in un soggetto non autosufficiente"

Ho mio padre che non è più autosufficiente da circa 2 anni e quindi passa molto tempo seduto o sdraiato. In questo momento si è accentuato il problema dei piedi che risultano essere sempre molto gonfi. Volevo sapere che cosa noi familiari potremmo fare per aiutarlo.

Una cosa molto importante nei soggetti non autosufficienti è la ginnastica passiva. Ci si dovrà rivolgere a un buon fisioterapista, che saprà coadiuvare i familiari in questa metodica che è fondamentale. Localmente si può aiutare con applicazioni di creme a base di centella e ippocastano, magari tenute in frigo nella stagione calda per dare anche un sollievo immediato. Somministrerei, consultando il medico che lo ha in cura, un drenante naturale come quelli a base di Betulla, utile per rimuovere i liquidi ristagnanti.


Ha risposto Raimo Renato

Renato raimo

Renato Raimo

Farmacista perfezionato in Fitoterapia, Fitopreparatore

Dal 1992 è titolare di Farmacia. È esperto di Piante medicinali e Omeopatia ed è Fitopreparatore. Laureato alla facoltà di Farmacia dell’Università di Pisa, nel 1992 si perfeziona in Fitoterapia presso la scuola di Perfezionamento dell’Università degli studi di Siena.

CHIEDI ALL'ESPERTO

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al Tuo medico o al Tuo farmacista, oppure direttamente alla Tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Torna su