Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Piedi gonfi in un soggetto non autosufficiente"

Ho mio padre che non è più autosufficiente da circa 2 anni e quindi passa molto tempo seduto o sdraiato. In questo momento si è accentuato il problema dei piedi che risultano essere sempre molto gonfi. Volevo sapere che cosa noi familiari potremmo fare per aiutarlo.

Una cosa molto importante nei soggetti non autosufficienti è la ginnastica passiva. Ci si dovrà rivolgere a un buon fisioterapista, che saprà coadiuvare i familiari in questa metodica che è fondamentale. Localmente si può aiutare con applicazioni di creme a base di centella e ippocastano, magari tenute in frigo nella stagione calda per dare anche un sollievo immediato. Somministrerei, consultando il medico che lo ha in cura, un drenante naturale come quelli a base di Betulla, utile per rimuovere i liquidi ristagnanti.


Ha risposto Raimo Renato

Renato raimo

Renato Raimo

Farmacista perfezionato in Fitoterapia, Fitopreparatore

Dal 1992 è titolare di Farmacia. È esperto di Piante medicinali e Omeopatia ed è Fitopreparatore. Laureato alla facoltà di Farmacia dell’Università di Pisa, nel 1992 si perfeziona in Fitoterapia presso la scuola di Perfezionamento dell’Università degli studi di Siena.

Gentile utente, a causa di adeguamenti tecnici il servizio "Chiedi all'esperto" è momentaneamente sospeso.
Torna su