Pubblicità

Perché in gravidanza è importante l’acido folico?

L'acido folico, una vitamina del gruppo B, e precisamente la vitamina B9, è essenziale per la sintesi del DNA, delle proteine e per la formazione di emoglobina. Pertanto è necessaria per la crescita e la moltiplicazione cellulare. Tale vitamina non è prodotta dal nostro organismo e deve quindi essere assunta con il cibo; in genere una dieta ricca di verdure a foglia verde, legumi, fegato, alcuni tipi di frutta, lievito, latte e cereali fornisce quantità sufficienti di acido folico. Il fabbisogno giornaliero però aumenta in gravidanza, quando il feto attinge dalle riserve materne per il suo sviluppo, e bassi livelli di acido folico durante la gravidanza possono indurre malformazioni del sistema nervoso centrale dell'embrione in sviluppo, che possono essere al contrario ridotte del 50-70% con un adeguato apporto di acido folico, che deve essere assunto fino alla 12°-13° settimana. Meglio ancora se lo si assume in dosi adeguate già a partire da alcuni mesi prima della desiderata gravidanza.

Nota per il visitatore

In questa “farmacia virtuale” si trovano le risposte ai quesiti più frequentemente posti dal pubblico ai farmacisti. La correttezza dei contenuti scientifici è validata dalla supervisione di un pool di farmacisti, coordinato dalla Dottoressa Susanna Trave.

Questo servizio ha puro scopo informativo e in nessun caso può costituire la prescrizione di un trattamento, né sostituire il rapporto diretto con il proprio medico curante o una visita specialistica. Per approfondire gli argomenti e per avere risposte mirate a risolvere i vostri specifici problemi si consiglia di chiedere al farmacista di fiducia.

L’allestimento di questa “farmacia virtuale” è realizzato, in ottica di category management, in collaborazione con Bayer Consumer Health.

Torna su