RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Pap-test e altri controlli nelle donne vergini"


Ho 35 anni e non ho mai avuto rapporti sessuali. Non potendo effettuare una visita ginecologica, in quale altro modo posso controllare la mia salute? Non ho mai avuto nessun tipo di problema, mia madre però è scampata da un tumore alla mammella grazie alla sua costante prevenzione insieme alla competenza medica. 
Io sono da considerare più a rischio tumore?

La donna che non ha avuto rapporti sessuali e voglia mantenere l’integrità del suo imene ha ovvie limitazioni alla esplorabilità dei suoi organi pelvici per via transvaginale, che talora può essere comunque eseguita introducendo un solo dito, se l’elasticità dell’imene lo permette. Può però sempre ricorrere a un controllo ecografico transaddominale per verificare gli organi pelvici. Peraltro esistono oggi anche sonde ecografiche molto sottili che potrebbero comunque essere utilizzate per una ecografia transvaginale. Un Pap test può essere eseguito alla cieca senza ricorrere alla applicazione di uno speculum. Esistono però speculum molto sottili per virgo che possono essere introdotti in vagina senza difficoltà. Per quanto riguarda il controllo del seno, ovviamente l’esecuzione di una mammografia non ha relazioni con l’avere o meno avuto rapporti. Naturalmente non desisterei dal fare una sistematica autopalpazione, che va eseguita sempre subito dopo la mestruazione.


Ha risposto Arisi Emilio

Arisi1

Emilio Arisi

Ginecologo

Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli studi di Parma, si è specializzato in Ostetricia e Ginecologia nella stessa Università. Dal 1993 al 2010 è stato Direttore della U.O. di Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale Regionale “S. Chiara” di Trento dove, dall’inizio del 2002 è stato coordinatore del Dipartimento Materno-Infantile della Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari della Provincia di Trento.

CHIEDI ALL'ESPERTO
Registrati ACCEDI

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al Tuo medico o al Tuo farmacista, oppure direttamente alla Tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Attenzione: Il servizio "Chiedi all'esperto" sarà sospeso dal 1 Agosto 2017 fino al 31 Agosto 2017.
I quesiti inviati durante questo periodo potranno essere inoltrati ai nostri consulenti dopo la pausa estiva.

Torna su