Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Mughetto ed eritema da pannolino persistenti"

La mia bimba di 4 mesi è da metà luglio che presenta in bocca le tipiche macchie date dal mughetto. La pediatra aveva suggerito di dare nistatina 4 volte al dì ma dopo ripetuti cicli di trattamento il problema si ripropone. Al momento le pulisco più volte al giorno la bocca con una garzina imbevuta in acqua e bicarbonato e le somministro una bustina al giorno di integratore a base di lattoferrina. Le macchie sono tutt'ora presenti e nonostante sembrino non dare grosso fastidio alla bimba mi preoccupa il protrarsi del problema. Da qualche giorno inoltre in zona genitale è anche uscito l'eritema da pannolino. Non sarebbe il caso di fare indagini più approfondite per verificare il motivo per cui il mughetto non passa?

Il mughetto, o candidiasi orale, è un'infezione provocata da un lievito chiamato candida. Le eritema-da-pannolino-fondamentale-agire-subito"> dermatiti da pannolino sono sempre infezioni da candida, localizzate però alla zona genitale e perianale. Quando coesistono e persistono i due problemi significa che la candida ha colonizzato l'intero tratto gastroenterico. Per debellarla è necessario un trattamento specifico e prolungato, anche 2-3 settimane. Alcuni ceppi di candida sono resistenti alla nistatina, che lei ha già usato. Serve un trattamento con un altro antifungino e, se la bimba è allattata al seno, va trattata anche la madre, perché a volte la contaminazione coinvolge anche il seno materno ed è fonte di nuove colonizzazioni della bocca del lattante. Se è allattata con il biberon, vanno sterilizzati a caldo tutti i ciucci e tettarelle facendoli bollire per qualche minuto. I metodi a freddo sono poco efficaci sulla candida.


Ha risposto Battaglioli Marina

Battaglioli1

Marina Battaglioli

Pediatra e neonatologa

Specializzata in Pediatria Generale nel 1994 e in Neonatologia nel 1996, dal 2000 assume l’incarico a tempo indeterminato presso il reparto di Patologia Neonatale e Nido dell’Ospedale Buzzi, dove attualmente è Dirigente medico di 1° livello.

CHIEDI ALL'ESPERTO

Per poter scrivere ai nostri esperti devi essere un utente registrato.
Se non hai ancora effettuato la registrazione

Registrati


Se sei un utente già registrato effettua il login inserendo indirizzo e-mail e password

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al tuo medico o al tuo farmacista, oppure direttamente alla tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Torna su