Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Macchia violacea nell'ombelico"

Ho 24 anni e ho notato di avere da qualche settimana una macchia violacea, di piccole dimensioni, nell’ombelico. All’inizio prudeva un po’ quando la toccavo, adesso no, e non è peggiorata né migliorata. Vorrei avere un suo parere, ho letto del nodulo di Sister Mary Joseph, spero non sia quello.

Il nodulo di Sister Mary Joseph è un possibile segno di neoplasia ma, come dice il nome, è una lesione nodulare e quindi con un rilievo importante rispetto al piano cutaneo, che invece non è presente nella “macchia”, come lei la descrive. Se la lesione evolvesse in tal senso sarebbe ovviamente necessaria la biopsia per un esame istologico. Una semplice macchia violacea potrebbe invece far pensare a un piccolo ematoma, a un’onfalite (piccola infezione da cui però solitamente esce un po’ di pus) oppure a una mastocitosi, il cui segno clinico diagnostico è la comparsa di una reazione pomfoide (tipo puntura di zanzara) dopo un leggero grattamento. In ogni caso, se non scompare spontaneamente, sarà necessario farla vedere a un dermatologo.


Ha risposto Pignatti Marco

Nuovo dermatologo 2

Marco Pignatti

Dermatologo

Laureato in Medicina nel 1995. Specializzato in Dermatologia nel 2000. Ho svolto attività di ricerca su: biologia dei cheratinociti, network delle neurotrofine, apoptosi, cellule staminali, effetti delle radiazioni UV, psoriasi, tumori della pelle, neurobiologia cutanea e la neurocosmetologia. Responsabile del primo Ambulatorio di Dermobiotica in una struttura pubblica dal gennaio 2017. Presidente Congresso Italiano di Dermobiotica. Autore del libro “Dermobiotica. Alimentazione – Microbiota – Pelle (Minerva Medica, 2018).

Torna su