Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Isterosuzione e possibilità che la gravidanza continui"

Dopo un intervento di isterosuzione (5° settimana di gravidanza, non con siringa) quante possibilità ci sono che la gravidanza continui e per quale motivo?

In medicina non esistono interventi sicuri al 100% nel risultato, a nessun livello. Così è anche per l’intervento di interruzione volontaria della gravidanza, che può avere complicazioni immediate, di medio periodo o tardive, pur complessivamente con una percentuale modesta, se l’intervento è condotto in ambiente sanitario protetto da personale esperto. In linea di massima il minor numero di complicazioni si può avere tra la settima e l'ottava settimana. Ogni settimana che passa il ritmo delle complicazioni (emorragie, residui, perforazioni, infezioni ecc.) può raddoppiare. L’ordine complessivo delle complicazioni, se è inferiore all’1% a 8 settimane, può arrivare al 5% a 12 settimane, anche se l’epidemiologia del fenomeno non è ben valutabile per una serie di ragioni tecniche, compreso il fatto che molte volte la donna con complicazioni si rivolge a una struttura diversa da quella che ha effettuato l’intervento. Tra le complicazioni di immediato-breve periodo ci può essere la continuazione della gravidanza che, paradossalmente, può essere tanto più possibile quanto più precoce è l’interruzione della gravidanza (5-6 settimane). In fase precoce infatti la camera gestazionale può sfuggire alla aspirazione, la tecnica usata in questi casi. L’ordine è inferiore all’uno per cento. In gravidanza iniziale oggi infatti si preferisce l’aborto medico.


Ha risposto Arisi Emilio

Arisi1

Emilio Arisi

Ginecologo

Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli studi di Parma, si è specializzato in Ostetricia e Ginecologia nella stessa Università. Dal 1993 al 2010 è stato Direttore della U.O. di Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale Regionale “S. Chiara” di Trento dove, dall’inizio del 2002 è stato coordinatore del Dipartimento Materno-Infantile della Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari della Provincia di Trento.

Gentile utente, a causa di adeguamenti tecnici il servizio "Chiedi all'esperto" è momentaneamente sospeso.
Torna su