Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Ipospadia anteriore, conseguenze e cure"

Volevo sapere quali problemi mi può creare l'ipospadia anteriore se non prendo provvedimenti. Ho 35 anni: vado incontro a malattie di altro genere? È consiglibile l'intervento chirurgico?

L’ipospadia è una malformazione caratterizzata dallo sviluppo incompleto dell’uretra anteriore tale che il meato uretrale si apre in un punto diverso da quello normale, cioè l’apice del glande. Nell’ipospadia anteriore l’apertura anomala dell’uretra è posta sulla faccia ventrale del pene (a livello del glande o subcoronale). Generalmente, l’ipospadia anteriore non è associata ad altre malformazioni urologiche. I sintomi principali sono quelli della difficoltà di dirigere il flusso urinario e un getto aperto a ventaglio. Spesso si associa la curvatura ventrale del pene per la presenza di aderenze fibrose. La curvatura del pene e la posizione anomala dell’orifizio uretrale possono essere causa di infertilità, sia per la difficoltà di avere un’adeguata penetrazione vaginale sia per l’incorretta emissione del liquido seminale. In taluni casi il meato uretrale può essere stenotico (più stretto del normale) e causare ostruzione urinaria. Consiglierei, pertanto, una valutazione specialistica in ambito urologico poiché, laddove indicato, la terapia dell’ipospadia è chirurgica e prevede la plastica uretrale.


Ha risposto Maggi Mario

Fotomggi

Mario Maggi

Andrologo e sessuologo

Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli studi di Firenze, si è specializzato in Endocrinologia nel medesimo Ateneo. Dal 2005, è Direttore S.O.D. Medicina della Sessualità e Andrologia, Azienda Ospedaliero-Universitaria Careggi, Firenze.

Gentile utente, a causa di adeguamenti tecnici il servizio "Chiedi all'esperto" è momentaneamente sospeso.
Torna su