Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Ipertensione endocranica e prelievo del liquor"

A mia moglie è stata diagnosticata un'ipertensione endocranica e le è stato fatto un prelievo del liquor. Con ipertensione endocranica si può fare il prelievo del liquor? Siccome hanno notato la restrizione di alcuni vasi in testa e l'occlusione di uno di questi è una cosa grave? Come farmaco le hanno dato acetazolamide.

La terapia che stata data a sua moglie viene utilizzata nell'ipertensione endocranica (come sintomatico, cioè indipendentemente dalla causa che l'ha scatenata). Per quanto riguarda la puntura lombare, è controindicata in presenza di lesioni che determino un aumento della pressione nella scatola cranica. In assenza di queste la rachicentesi viene effettuata: anche perché grazie ad essa si può misurare la pressione cerebrale e determinare se è aumentata. Le consiglio comunque in occasione del prossimo ricovero di chiedere ulteriori spiegazioni ai medici che curano sua moglie: in particolare al riguardo di eventuali occlusioni di vasi (se sono vene o arterie, ecc...).


Ha risposto Zilioli Angelo

Foto zilioli

Angelo Zilioli

Neurologo

Dal 1997 esercita presso il reparto di neurologia dell’Azienda Ospedaliera di Lodi. È responsabile dell’USS Stroke Unit. Si è laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli Studi di Pavia, dove si è anche specializzato in Neurofisiopatologia.

CHIEDI ALL'ESPERTO

Per poter scrivere ai nostri esperti devi essere un utente registrato.
Se non hai ancora effettuato la registrazione

Registrati


Se sei un utente già registrato effettua il login inserendo indirizzo e-mail e password

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al tuo medico o al tuo farmacista, oppure direttamente alla tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Torna su