Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Iodio: quando è necessario dopo asportazione della tiroide"

Mi è stata asportata la tiroide: avevo il gozzo, ma non è stato riscontrato alcun tumore maligno. Prendo regolarmente levotiroxina, i valori degli ormoni sono nella norma. La mia domanda è: devo integrare con iodio per garantire la funzionalità del mio corpo?

Lo iodio che introduciamo con la dieta e con il sale iodato (assolutamente necessario in quanto l'Italia è un paese a carenza iodica lieve-moderata) è necessario per la sintesi degli ormoni tiroidei; avendo lei asportato la ghiandola tiroidea in toto, il suo fabbisogno ormonale è totalmente soddisfatto dalla terapia ormonale sostitutiva nel senso che gli ormoni tiroidei che lei assume ogni giorno sono già attivi e contengono già lo iodio di cui sono costituiti. Ricordo che una donna tiroidectomizzata, in caso di gravidanza e allattamento, deve invece assumere la corretta supplementazione iodica per fornire alla tiroide del feto il "carburante" necessario per la sintesi degli ormoni tiroidei.


Ha risposto Guabello Gregorio

Gaubello1

Gregorio Guabello

Endocrinologo

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 2001, è dal 2006 specialista in Medicina Interna e, dal 2012, in Endocrinologia e Malattie del Metabolismo.

Gentile utente, a causa di adeguamenti tecnici il servizio "Chiedi all'esperto" è momentaneamente sospeso.
Torna su