Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Interruzione brusca di paroxetina e mirtazapina"

Ho assunto paroxetina (Agosto 2014) per due mesi e mirtazapina (Febbraio 2015) per circa venti giorni, ma poi sono stato costretto a sospendere bruscamente questi due farmaci, con crisi astinenziali molto forti. Adesso accuso formicolio agli arti inferiori, disturbi sessuali ecc. e ho paura che la disimissione brusca mi abbia creato danni permanenti, anche se il mio neurologo mi ha assicurato che la dismissione brusca non comporta danni permanenti e tutto dovrebbe ritornare come prima. Ma il formicolio agli arti inferiori è rimasto da quando ho interrotto la paroxetina. Ho fatto RM cranica con esito negativo, ma non altri esami.

Quello che le ha detto il suo neurologo è del tutto corretto: non sono riportati danni organici permanenti da sospensione improvvisa dei farmaci che lei assumeva. Certo è che la modalità non è quella corretta sia nei tempi sia per il fatto che dovrebbe avvenire sotto controllo medico.


Ha risposto Zilioli Angelo

Foto zilioli

Angelo Zilioli

Neurologo

Dal 1997 esercita presso il reparto di neurologia dell’Azienda Ospedaliera di Lodi. È responsabile dell’USS Stroke Unit. Si è laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli Studi di Pavia, dove si è anche specializzato in Neurofisiopatologia.

CHIEDI ALL'ESPERTO
Registrati ACCEDI

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al Tuo medico o al Tuo farmacista, oppure direttamente alla Tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Torna su