RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Integratori, endometriosi e ricerca di gravidanza"

Buongiorno, volevo sapere a cosa serve un preparato che contiene acido alfalipoico a rilascio modificato, N-acetilcisteina e bromelina che mi ha prescrittola gincologa. Io ho la endometriosi e non voglio prendere la pillola perché sto cercando di rimanere incinta. Ha gli stessi risultati di un integratore a base di palmitoiletanolamide, trans-polidatina, calcio e zinco o è tutta un altra cosa?

Il primo prodotto citato non è un farmaco, ma un integratore. Ciò ne delimita le generiche indicazioni, che non vengono peraltro qualificate nel foglietto illustrativo. Tra le indicazioni potrebbe anche esserci un certo aiuto alle situazioni di endometriosi, ma non sono note sostanziali valutazioni scientifiche al riguardo. Diversa è la situazione del secondo prodotto citato, che è pur sempre un integratore, ma è supportato da alcuni dati della letteratura per il trattamento delle problematiche infiammatorie croniche e dolorose dell’area pelvica, come è indicato nel foglietto illustrativo che lo accompagna. Peraltro è perfino ovvio che, se una donna vuol cercare una gravidanza, non può certamente utilizzare una pillola estroprogestinica. 



Ha risposto Arisi Emilio

Arisi1

Emilio Arisi

Ginecologo

Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli studi di Parma, si è specializzato in Ostetricia e Ginecologia nella stessa Università. Dal 1993 al 2010 è stato Direttore della U.O. di Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale Regionale “S. Chiara” di Trento dove, dall’inizio del 2002 è stato coordinatore del Dipartimento Materno-Infantile della Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari della Provincia di Trento.

CHIEDI ALL'ESPERTO
Registrati ACCEDI

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al Tuo medico o al Tuo farmacista, oppure direttamente alla Tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Torna su