RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Il ruolo dell'osteopatia nella fascite plantare"

Soffro di fascite plantare e vorrei sapere se oltre alle cure convenzionali posso andare anche da un osteopata dato che il disturbo persiste e non so che altro fare oltre alle varie visite ortopediche da me già effettuate.

La fascite plantare è un'infiammazione della fascia del piede ovvero del legamento arcuato, una robusta fascia fibrosa che si inserisce a livello del calcagno e prosegue verso le falangi del piede. Le cause della fascite sono multifattoriali. Spesso si associa o alla spina calcaneare o al piede cavo o alla retrazione dei muscoli ischiocrurali, talvolta al sovrappeso o ancora all'utilizzo di calzature non idonee. Diventa quindi prioritario effettuare una diagnosi differenziale iniziale che può essere più dettagliata con l'ecografia ed eventualmente la risonanza magnetica. Se ci sono solo problematiche funzionali l'intervento osteopatico può migliorare in modo rilevante, se non definitivo, la situazione in atto.


Ha risposto Boccalandro Elena

Boccalandro

Elena Boccalandro

Terapista della Riabilitazione, Dottore in Osteopatia

Diplomata in Terapia della Riabilitazione nell’anno 1993/94 e Dottore in Osteopatia dal 1999, è regolarmente iscritta al Registro Osteopati Italiani. Dal 1994 lavora in qualità di libera professionista.

CHIEDI ALL'ESPERTO
Registrati ACCEDI

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al Tuo medico o al Tuo farmacista, oppure direttamente alla Tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Torna su