Pubblicità

Il bambino è stato punto dalle zanzare e ha la faccia gonfia: che cosa posso fare?

I bambini tendono spesso a reagire in modo abnorme alle punture delle zanzare, sviluppando pomfi anche molto gonfi e intensamente infiammati che possono persistere per alcuni giorni. Per favorirne la guarigione ed evitare che si infettino è importante lavare la zona della puntura con acqua e sapone delicato e raccomandare al bambino di non toccarla. Per attenuare prurito e bruciore si possono applicare creme lenitive a base di sostanze naturali dall’azione calmante e anti-gonfiore, come calendula, escina, ippocastano, oppure pomate antistaminiche. Se il gonfiore al viso è insorto in seguito a numerose punture di zanzara in diversi punti del corpo il fenomeno potrebbe essere legato un’ipersensibilità o un’allergia del bambino. In questo caso è bene contattare il medico che potrà prescrivere un antistaminico per bocca.

Nota per il visitatore

In questa “farmacia virtuale” si trovano le risposte ai quesiti più frequentemente posti dal pubblico ai farmacisti. La correttezza dei contenuti scientifici è validata dalla supervisione di un pool di farmacisti, coordinato dalla Dottoressa Susanna Trave.

Questo servizio ha puro scopo informativo e in nessun caso può costituire la prescrizione di un trattamento, né sostituire il rapporto diretto con il proprio medico curante o una visita specialistica. Per approfondire gli argomenti e per avere risposte mirate a risolvere i vostri specifici problemi si consiglia di chiedere al farmacista di fiducia.

L’allestimento di questa “farmacia virtuale” è realizzato, in ottica di category management, in collaborazione con Bayer Consumer Health.

Torna su