Pubblicità

I benefici della ginnastica posturale

Aiuta collo, schiena e tutto il resto del corpo a ritrovare il giusto equilibrio.

Ico tempolettura 4d4ceff10709fc567a3b0d04cf7fe5fe311c0b603cdcdde16d5fa93daf9467a7 Tempo di lettura: 4 minuti

Aiuta collo, schiena e tutto il resto del corpo a ritrovare il giusto equilibrio.

Per alleviare il mal di schiena. Per imparare a muoversi con eleganza. Per ridurre la fatica. La ginnastica posturale è adatta a tutti e, attraverso esercizi di consapevolezza corporea, è in grado di eliminare stati dolorosi dovuti a posture scorrette, e non solo.

Perché ti fa male?

Collo, spalle, schiena, sono queste le zone più spesso colpite da sensazioni dolorose e che, in assenza di una patologia che ne spieghi il motivo, ci trasciniamo nel tempo, anche per anni.

Ma perché ci fa male proprio lì? «Il dolore è la risposta del nostro corpo a una postura sbagliata – spiega Stefania Moratti, insegnante di Hata Yoga ed esperta di dinamica posturale – e può iniziare a insediarsi fin dall'adolescenza, con l'assunzione di posture scorrette durante le ore di scuola e di studio. Anche rimanere chinati con la testa sullo smartphone induce a modificare l'assetto della colonna vertebrale mentre, tra le ragazze, si verifica la tendenza a ingobbirsi per nascondere il seno: a lungo andare, tutto questo chiudersi nelle spalle, provoca mal di schiena e dolori cervicali».

Ben piantati a terra

L'obiettivo della ginnastica posturale è di far ritrovare al corpo il suo equilibrio. «Se appoggiamo i piedi a terra in modo asimmetrico – continua l'esperta – anche la colonna vertebrale ne risente. Un buon appoggio è quindi la base fondamentale di una postura corretta, che consente alle vertebre di allungarsi nel modo giusto e rimanere flessibili. Anche imparare a respirare usando bene il diaframma serve ad allargare il torace e ad aprire le spalle, cancellando quell'aspetto da “tartaruga” – testa e collo incassati – dovuto all'uso del telefonino, alle borse a tracolla, al lavoro sedentario. Con la ginnastica posturale impariamo a estendere il corpo, a sentire i nostri piedi come radici di un albero e i nostri capelli come rami slanciati verso il cielo. Diventiamo eleganti nei movimenti e possiamo sembrare addirittura più alti».

Srotoliamo la colonna!

Torsioni a terra, esercizi con le palline, “srotolamento” della colonna vertebrale. «Le prime volte, la ginnastica posturale può essere un po' dolorosa perché il corpo, abituato a muoversi in un certo modo, si ribella alla correzione» continua Stefania Moratti.

«Gradualmente, però, troverà confortevole la posizione corretta e, mantenendola, la sorpresa di non avere più tutti quei dolorini e doloretti che sempre lo avevano accompagnato. Imparare a muoversi in maniera corretta significa, inoltre, adattare il proprio corpo a fare meno fatica nel raccogliere qualcosa da terra, trasportare oggetti, sollevare, persino camminare».

Nessuna controindicazione? «È sempre meglio chiedere al proprio medico, in particolare se si soffre di pressione alta o, al contrario, di ipotensione e, chiaramente, non va bene in presenza di ernie. Può essere utile, invece, se si è dovuto portare il busto o il gesso, per riallineare e riadattare il corpo in seguito all'immobilità forzata».

Shamiran Zadnich

CONSULTA L’ARCHIVIO DI SALUTE E BENESSERE
Torna su