Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Ginecomastia a 21 anni, quali cure possibili"

Sono un ragazzo di 21 anni e da quando avevo 14-15 anni i miei capezzoli hanno subito un mutamento e si sono ingrossati notevolmente. Sono alto 1,86 e peso 92 kg (non sono né magro né grasso). Non svolgo molta attività fisica oltre al movimento che faccio lavorando (sono un elettricista). Navigando su Internet in cerca di alcune recensioni ho letto della possibilità di assumere ormoni oppure altra soluzione (da me non molto gradita) è la chirurgia. Sottolineo che ho anche difficoltà nella crescita della barba, che è molto limitata. Ci sono altre cure possibili?

Si tratta verosimilmente di ginecomastia vera, che frequentemente può presentarsi durante lo sviluppo puberale e talora regredire spontaneamente, talora persistere. Sono oggi disponibili trattamenti farmacologici e, solo in un secondo momento e/o con particolari indicazioni, correzioni chirurgiche. La cosa più importante è un corretto inquadramento del problema, in maniera da comprendere la causa ed eseguire il trattamento più adeguato. Ritengo utile una valutazione da parte di un andrologo con competenze endocrinologiche e la valutazione ecografica di base delle mammelle e del testicolo.


Ha risposto Maggi Mario

Fotomggi

Mario Maggi

Andrologo e sessuologo

Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli studi di Firenze, si è specializzato in Endocrinologia nel medesimo Ateneo. Dal 2005, è Direttore S.O.D. Medicina della Sessualità e Andrologia, Azienda Ospedaliero-Universitaria Careggi, Firenze.

CHIEDI ALL'ESPERTO
Registrati ACCEDI

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al Tuo medico o al Tuo farmacista, oppure direttamente alla Tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Torna su