Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Fuoco di sant'Antonio: contagiosità"

Ho un bambino di 21 mesi. La nonna ha il fuoco di sant'Antonio all'occhio: vorrei sapere se è contagioso e dopo quanto tempo posso farli reincontrare.

Il fuoco di sant'Antonio è provocato da una riattivazione del virus varicella-zoster. È contagioso solo per contatto diretto del liquido che fuoriesce dalle vescicole cutanee, non è contagioso per via aerea come la varicella. Quando le vesciole si sono trasformate tutte in croste, non più secernenti, la malattia non è più contagiosa.


Ha risposto Battaglioli Marina

Battaglioli1

Marina Battaglioli

Pediatra e neonatologa

Specializzata in Pediatria Generale nel 1994 e in Neonatologia nel 1996, dal 2000 assume l’incarico a tempo indeterminato presso il reparto di Patologia Neonatale e Nido dell’Ospedale Buzzi, dove attualmente è Dirigente medico di 1° livello.

Gentile utente, a causa di adeguamenti tecnici il servizio "Chiedi all'esperto" è momentaneamente sospeso.
Torna su