RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Farmaci antitiroidei e variazioni nell'aspetto dei capelli"

Sono una donna che soffre di ipertiroidismo; assumo regolarmente due pastiglie di tiamazolo al giorno. Da qualche tempo ho notato di avere qualche capello strano (molto scuro e spesso); dico strano poiché i miei capelli naturali sono ben diversi: chiari e abbastanza sottili. Potrebbero c'entrare in qualche modo il farmaco che assumo?

In linea teorica potrebbe esserci una relazione tra attività tiroidea e capelli. Il tiamazolo è un preparato antitiroideo che inibisce l'attività della ghiandola: sono necessari controlli endocrinologici periodici in quanto il dosaggio ottimale può subire variazioni, ma non è detto che la comparsa di capelli "diversi" costituisca un segnale correlato alla terapia.


Ha risposto Garonzi Francesco

Garonzi

Francesco Garonzi

Dermatologo

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1976,presso l’università degli studi di Milano, consegue l'abilitazione all'esercizio della professione medica nel 1977. Consegue la specializzazione in Dermatologia e Venereologia presso l’Università degli Studi di Milano nel 1979.Da allora esercita la professione come specialista dermatologo.

CHIEDI ALL'ESPERTO
Registrati ACCEDI

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al Tuo medico o al Tuo farmacista, oppure direttamente alla Tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Torna su