Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Farmaci antitiroidei e variazioni nell'aspetto dei capelli"

Sono una donna che soffre di ipertiroidismo; assumo regolarmente due pastiglie di tiamazolo al giorno. Da qualche tempo ho notato di avere qualche capello strano (molto scuro e spesso); dico strano poiché i miei capelli naturali sono ben diversi: chiari e abbastanza sottili. Potrebbero c'entrare in qualche modo il farmaco che assumo?

In linea teorica potrebbe esserci una relazione tra attività tiroidea e capelli. Il tiamazolo è un preparato antitiroideo che inibisce l'attività della ghiandola: sono necessari controlli endocrinologici periodici in quanto il dosaggio ottimale può subire variazioni, ma non è detto che la comparsa di capelli "diversi" costituisca un segnale correlato alla terapia.


Ha risposto Garonzi Francesco

Garonzi

Francesco Garonzi

Dermatologo

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1976,presso l’università degli studi di Milano, consegue l'abilitazione all'esercizio della professione medica nel 1977. Consegue la specializzazione in Dermatologia e Venereologia presso l’Università degli Studi di Milano nel 1979.Da allora esercita la professione come specialista dermatologo.

Gentile utente, a causa di adeguamenti tecnici il servizio "Chiedi all'esperto" è momentaneamente sospeso.
Torna su