Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Epatite C e farmaci antivirali"

Ho 69 anni e sono affetta da epatite C, senza conseguenze. Ho contratto il fuoco di S. Antonio e mi curo con brivudina. Potete confermarmi che non porterà conseguenze all'epatite?

Il farmaco in questione, come riportato nelle precauzioni di impiego: "deve essere usato con cautela in pazienti con malattie epatiche proliferartive come le epatiti". Mi auguro che chi le ha prescritto l'antivirale sia stato a conoscenza della sua forma di epatite. Occorre poi verificare per quanto tempo durerà la somministrazione. Il fuoco di Sant'Antonio, o Herpes Zoster, si può combattere anche potenziando le difese verso il virus ricorrendo a prodotti omeopatici che hanno dimostrato essere efficaci nel contrastare infezioni virali aspecifiche, come nel caso di rimedi omeopatici a base di Anas Barbarie. Uno specialista omeopatico potrà consigliarla in merito.


Ha risposto Raimo Renato

Renato raimo

Renato Raimo

Farmacista perfezionato in Fitoterapia, Fitopreparatore

Dal 1992 è titolare di Farmacia. È esperto di Piante medicinali e Omeopatia ed è Fitopreparatore. Laureato alla facoltà di Farmacia dell’Università di Pisa, nel 1992 si perfeziona in Fitoterapia presso la scuola di Perfezionamento dell’Università degli studi di Siena.

Gentile utente, a causa di adeguamenti tecnici il servizio "Chiedi all'esperto" è momentaneamente sospeso.
Torna su