Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Epatite C e farmaci antivirali"

Ho 69 anni e sono affetta da epatite C, senza conseguenze. Ho contratto il fuoco di S. Antonio e mi curo con brivudina. Potete confermarmi che non porterà conseguenze all'epatite?

Il farmaco in questione, come riportato nelle precauzioni di impiego: "deve essere usato con cautela in pazienti con malattie epatiche proliferartive come le epatiti". Mi auguro che chi le ha prescritto l'antivirale sia stato a conoscenza della sua forma di epatite. Occorre poi verificare per quanto tempo durerà la somministrazione. Il fuoco di Sant'Antonio, o Herpes Zoster, si può combattere anche potenziando le difese verso il virus ricorrendo a prodotti omeopatici che hanno dimostrato essere efficaci nel contrastare infezioni virali aspecifiche, come nel caso di rimedi omeopatici a base di Anas Barbarie. Uno specialista omeopatico potrà consigliarla in merito.


Ha risposto Raimo Renato

Renato raimo

Renato Raimo

Farmacista perfezionato in Fitoterapia, Fitopreparatore

Dal 1992 è titolare di Farmacia. È esperto di Piante medicinali e Omeopatia ed è Fitopreparatore. Laureato alla facoltà di Farmacia dell’Università di Pisa, nel 1992 si perfeziona in Fitoterapia presso la scuola di Perfezionamento dell’Università degli studi di Siena.

CHIEDI ALL'ESPERTO

Per poter scrivere ai nostri esperti devi essere un utente registrato.
Se non hai ancora effettuato la registrazione

Registrati


Se sei un utente già registrato effettua il login inserendo indirizzo e-mail e password

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al tuo medico o al tuo farmacista, oppure direttamente alla tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Torna su