Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Disfunzione erettile e bisessualità"

Ho 45 anni e una vita sessuale movimentata. Sono sposato da 20 anni, ma sono sempre stato bisessuale. Ora ho problemi di erezione, ma non so se siano di natura fisica perché da solo raggiungo l'erezione e anche la mattina fino a quando non vado in bagno ho il pene eretto. Con mia moglie non c'erano mai stati problemi, ma da circa 3-4 mesi non riesco a raggiungere l'erezione. Il fatto che io faccia sesso anche con uomini può influire?

La disfunzione erettile può essere secondaria a malattie del corpo, della mente (come ansia o tristezza) o a problematiche nella relazione di coppia. Raramente, tuttavia, alla base del disturbo vi è una sola componente, in quanto l'una può influenzare e aggravare l’altra. Per questo è importante che faccia un’accurata visita con un medico specialista in Medicina della Sessualità, così che possa valutare con competenza tutti questi aspetti nel loro complesso. Una volta indentificata la causa prevalente e il peso degli altri fattori eventualmente partecipanti nella sua insorgenza, le potrà essere consigliata una terapia adeguata.


Ha risposto Maggi Mario

Fotomggi

Mario Maggi

Andrologo e sessuologo

Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli studi di Firenze, si è specializzato in Endocrinologia nel medesimo Ateneo. Dal 2005, è Direttore S.O.D. Medicina della Sessualità e Andrologia, Azienda Ospedaliero-Universitaria Careggi, Firenze.

Gentile utente, a causa di adeguamenti tecnici il servizio "Chiedi all'esperto" è momentaneamente sospeso.
Torna su