Pubblicità

RISPOSTA DELL'ESPERTO

"Dieta in caso di paziente oncologico"

Mio padre ha un tumore avanzato al colon con metastasi al fegato, inoltre ha una cirrosi discretamente compensata. Sta facendo chemioterapia e finora non ha effetti collaterali evidenti però negli ultimi giorni soffre di diarrea. Ho prenotato la visita con la nutrizionista, ma passerà più di una settimana, vorrei capire se ora è meglio prediligere la dieta salva-fegato (no latticini, no zuccheri, no farinacei...) o anti-diarrea (no fibre, yogurt, patate bollite).

Dato il caso assolutamente personale, e dato che non conosco per niente lo stato di salute attuale di suo padre, né lo stato nutrizionale, se non avete già consultato il nutrizionista, mi limito a consigliare una dieta anti-diarrea. Generalmente questi pazienti hanno uno stato nutrizionale scarso e sono aggravati da malassorbimento dei nutrienti e anche dagli effetti della chemioterapia, seppure ben sopportati. Pasti frequenti e leggeri. Poche fibre. Lo yogurt non è controindicato e neppure un po’ di carni bianche o di pesci cotti al vapore.


Ha risposto Gatti Patrizia Maria

Pgatti

Patrizia Maria Gatti

Specialista in Scienza dell’Alimentazione

Laureata in Medicina e Chirurgia nel 1983 presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia Università degli Studi di Milano si è Specializzata in Scienza dell’alimentazione (indirizzo dietetico) presso il medesimo Ateneo nel 1986. Nel 1994 ha conseguito il Dottorato di Ricerca in Biochimica e la Specializzazione in Biochimica Clinica (indirizzo diagnostico) nel 1997

CHIEDI ALL'ESPERTO
Registrati ACCEDI

Nel caso volessi comunicare qualche effetto indesiderato, segnalalo al Tuo medico o al Tuo farmacista, oppure direttamente alla Tua struttura sanitaria di riferimento secondo le modalità riportate al seguente sito dell'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)


Torna su